Ritorno al passato... ma non troppo.

Ultime uscite, concerti e Artisti

Moderatori: angibegi, Fondatori

Avatar utente
Maxitel
Fondatore
Fondatore
Messaggi: 9850
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2007, 13:57
Mezzo posseduto: Burgman 650
Colore B650: Nero
Versione: K5 Executive
Regione: Liguria
Località: Sarzana (SP)
Contatta:

Ritorno al passato... ma non troppo.

Messaggioda Maxitel » lunedì 25 maggio 2015, 13:36

Da un po' di tempo mi capita di fare acquisti di musica "vintage". Come ho detto in altro post, il mio impianto audio si giova anche della presenza di un vecchio ma ancora validissimo piatto giradischi Technics SL-1200 MKII equipaggiato di fonorivelatore Shure quindi, quando il mercato me ne da' la possibilità, non esito a comprare qualche vinile, sia usato che nuovo.

Devo dire che la tecnologia di registrazione degli ultimi anni ha apportato un sensibile miglioramento anche nela qualità audio dei vinili e spesso le incisioni nuove sono migliori delle vecchie, ma non è sempre così. Detto questo parliamo dei vinili che ho preso ultimamente.

Qualche mese fa, mi sono imbattuto in questo doppio LP dei Jethro Tull: "Nothing is easy-Live at the Isle of Wight 1970", un album realizzato dal vivo durante il festival di musica rock che si tenne, appunto, nel 1970 sull'isola di Wight. Devo dire che la qualità dell'audio non è eccelsa a causa della modesta tecnologia di registrazione, ma stiamo parlando di un concerto del 1970... inoltre, visto che il gruppo si era formato solo 3 anni prima, non ci sono molti dei loro brani più famosi. Resta comunque un album abbastanza interessante anche per la sua storia: quel concerto fu a rischio perché molti spettatori, si dice alcune migliaia, non pagarono il biglietto di ingresso e gli organizzatori minacciarono di far saltare l'esibizione del gruppo se non se ne fossero andati, ma i Jethto Tull si rifiutarono di accollarsi la colpa di essere stati loro a rifiutarsi di suonare se non fossero stati pagati e suonarono lo stesso. Storia fu che gli organizzatori andarono "sotto" di oltre 100.000 sterline e quello fu l'ultimo festival tenuto sull'isola, fino al 2002 quando ha ripreso ad esistere.

L'altro LP che ho preso proprio in questi giorni è un "caposaldo" della musica Disco anzi, è la musica Disco per eccellenza. Mi riferisco alla splendida colonna sonora del fim "Saturday night fever" (La febbre del sabato sera, film del 1977 con John Travolta) composta e interpretata in parte dai Bee Gees. Beh... credo che non ci sia nulla da dire, chi ha più di 40 anni, ma sicuramente anche chi ne ha di meno, ha certamente sentito -e forse ballato- almeno una volta brani come "Stayin' alive", "Night fever" o "You should be dancing". Il doppio LP contiene anche altri brani, non dei Bee Gees, che compongono la colonna sonora del film. Tra tutte spicca "A Fifth of Beethoven", una rivisitazione in chiave Disco-Rock della 5ª sinfonia di Beethoven. Al momento dell'acquisto ero indeciso se comprare l'album in vinile o in CD, ma poi mi sono detto "un disco degli anni 70 deve essere ascoltato con la tecnologia degli anni 70". E' pur vero che questa che ho acquistato è un'edizione del 2014 e presumo sia stata rimasterizzata per ottenere una maggiore qualità di ascolto, perché ha un suono pulito e netto pari, anzi... migliore di quella in CD. Provare per credere.

Un altro album che ho preso, purtroppo in CD perché non in LP non si trova se non a prezzi esorbitanti, è "From here to Eternity" del 1977, di Giorgio Moroder. Per chi non lo conoscesse, Moroder è il genio italianissimo della musica elettronica e Disco (ma non solo...) anni 70-80 e attualmente collaboratore e produttore di grandi album come "Random access memories" dei Daft Punk. Sua infatti è la firma, come autore o produttore, su decine di brani e colonne sonore famose come per esempio "I feel love" cantata da Donna Summer, oppure la bellissima "Call me" portata al successo mondiale dai Blondie e facente parte della colonna sonora del film "American gigolò" con Richard Gere, senza dimenticare "Take my breath away" brano portante del film "Top gun" con Tom Cruise, con il quale vinse un Oscar nel 1987 per la miglior canzone. A proposito... Giorgio di Oscar ne aveva vinti altri 2 in precedenza: il primo per la colonna sonora del film "Fuga di Mezzanotte" e il secondo per "What a feeling", dal film "Flashdance". Tornando all'album, si tratta di un lavoro esclusivamente realizzato con i sintetizzatori e vocoder, che può piacere o no ma sicuramente è una pietra miliare della musica elettronica al pari di album come "Oxygene" di Jean Michel Jarre o "The Man-Machine" dei Kraftwerk.
Immagine
POSSO ODIARE I MIEI AMICI, MA MAI AMARE I MIEI NEMICI

Avatar utente
angibegi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7312
Iscritto il: giovedì 7 luglio 2011, 13:50
Mezzo posseduto: ex Burgman 650
Colore B650: Grigio
Versione: K8
Regione: Sicilia
Località: Scicli
Contatta:

Re: Ritorno al passato... ma non troppo.

Messaggioda angibegi » lunedì 25 maggio 2015, 15:07

Grazie per le recensioni e beato te che riesci ad ascoltare ciò che compri.
Io a casa non riesco a sentire più i Cd e in macchina mi si è rotto il lettore )8-(
Tanti corrono per giungere il prima possibile a destinazione, io mi accontento di arrivarci

Avatar utente
Maxitel
Fondatore
Fondatore
Messaggi: 9850
Iscritto il: lunedì 6 agosto 2007, 13:57
Mezzo posseduto: Burgman 650
Colore B650: Nero
Versione: K5 Executive
Regione: Liguria
Località: Sarzana (SP)
Contatta:

Re: Ritorno al passato... ma non troppo.

Messaggioda Maxitel » martedì 26 maggio 2015, 13:16

angibegi ha scritto:...a casa non riesco a sentire più i Cd

Come mai? I tuoi monopolizzano lo stereo o altro?

Beh... qualsiasi cosa sia ti consiglio un buon lettore MP4 con una cuffia "seria". Generalmente, anche se posseggo un impianto decente, preferisco ascoltare la mia musica prima di dormire, a letto, grazie proprio ad un ipod su cui ho memorizzato la maggior parte dei miei CD in formato M4A (ormai il MP3 è obsoleto...) e grazie all'accoppiata Apple/Sennheiser ti posso dire che non rimpiango molto l'ascolto con le casse.
Immagine
POSSO ODIARE I MIEI AMICI, MA MAI AMARE I MIEI NEMICI

Avatar utente
angibegi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 7312
Iscritto il: giovedì 7 luglio 2011, 13:50
Mezzo posseduto: ex Burgman 650
Colore B650: Grigio
Versione: K8
Regione: Sicilia
Località: Scicli
Contatta:

Re: Ritorno al passato... ma non troppo.

Messaggioda angibegi » martedì 26 maggio 2015, 19:59

Effettivamente può essere un'idea =yesyes=
Tanti corrono per giungere il prima possibile a destinazione, io mi accontento di arrivarci


Torna a “Musica e CD”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite